Previous Next

AUT AUT FESTIVAL A LARINO CON PICCINNI E GAZZANNI

‘Chiunque ha dei segreti. La differenza sta solo nella capacità di nasconderli’.

Questa la frase nella quarta di copertina del libro ‘Sarah. La ragazza di Avetrana’ edizioni Fandango Libri, che è stato presentato al pubblico ieri sera nel corso di un evento dell’Aut Aut Festival.

A fare da cornice alla presentazione che ha visto la partecipazione dei due autori Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni è stato il bellissimo cortile del Palazzo Ducale di Larino.

“La nostra Amministrazione è felice di poter accogliere eventi culturali di spessore come l’Aut Aut Festival - ha detto sindaco di Larino salutando il pubblico - questa estate, nonostante le difficoltà legate alle normative anti civid abbiamo realizzato appuntamenti importanti a Villa Zappone e all’anfiteatro romano e speriamo di poter continuare a collaborare anche con l’associazione Aut Aut per continuare a fare eventi che valorizzano il nostro patrimonio storico, artistico e culturale”.

La curatrice del festival, la giornalista Valentina Fauzia, ha ringraziato l’amministrazione comunale di Larino per aver accolto l’evento e il partner Libreria Fahreneit che, come di consueto, ha allestito il book corner per la vendita del libro ed il firmacopie.

“L’obiettivo dell’Aut Aut Festival è da sempre quello di promuovere la cultura valorizzando, allo stesso tempo, il territorio e le bellezze del Molise - ha aggiunto Fauzia - molti degli ospiti presenti questa sera non conoscevano questo meraviglioso cortile di Palazzo Ducale e questo conferma come il binomio turismo e cultura funziona benissimo”.

Gli autori Carmine Gazzanni e Flavia Piccinni hanno ripercorso le varie tappe del loro lavoro di ricerca e ricostruzione di quanto accaduto ad Avetrana il 26 agosto 2010 quando una quindicenne, Sarah Scazzi, scomparve nel nulla.

Un minuzioso lavoro di indagine ed inchiesta giornalistica per la quale è stato necessario leggere 20mila pagine di documenti, ascoltare oltre 120 testimoni, ripercorrere ogni tappa degli interrogatori e del processo che ha portato alla condanna all’ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano e ad 8 anni di reclusione per Michele Misseri.

Il libro inchiesta ripercorre le vite di tutti i protagonisti coinvolti nella vicenda ed offrire un quadro generale e dettagliato.  Si parla delle famiglie, di Avetrana, della mentalità di paese, del peso enorme che hanno avuto i media in questa storia e di come i media e le loro ipotesi siano diventati prove per gli inquirenti e parte integrante del processo. 

Al termine della pre


Stampa   Email

Related Articles